Bitcoin evolution: gli hacker sono bloccati una volta per tutte?

Cryptsy, Shapeshift, Gatecoin, Bitfinex….. Cosa collega questi scambi crittografici tra loro? Più di 130.000 BTC (73.818.875 US-$ o circa 66,1 miliardi di € secondo il prezzo di oggi) sono stati rubati collettivamente da loro nel 2016. Hack e attacchi alle borse Bitcoin sono diventati così frequenti che non è più sorprendente quando si verificano.

Anche se la frequenza ha portato con sé una certa sensibilità, non rende questi incidenti meno gravi. Se c’è una rapina, gli investitori devono ancora affrontare grandi perdite, le cattive notizie scacciano i clienti e nuove pressioni sugli imprenditori che cercano di portare nuovi prodotti sul mercato.

Il direttore esecutivo del CoinCenter Jerry Brito ha detto a CoinDesk che tali incidenti renderebbero il suo lavoro molto più difficile. Il gruppo no-profit ricerca le valute crittografiche e offre consulenza in questo settore. Egli ha dichiarato che sono ripetutamente costretti a spiegare le differenze tra un intermediario ristretto e la sicurezza della rete centrale.

Brito ha spiegato di Bitcoin evolution:

“I grandi Bitcoin evolution hack stanno facendo pressione sulle autorità per la tutela dei consumatori, su coloro che hanno avuto pochi contatti con le Bitcoin evolution[.] E questa pressione potrebbe portare a una situazione in cui le soluzioni facili non sono accettate”.

Titoli come “Bitcoin got hacked” aiutano imprenditori e consulenti a non informare le autorità sulla tecnologia.

A causa della natura immutabile delle transazioni di Bitcoin e della trasparenza della catena di blocco, Bitcoin è purtroppo ancora adatto come bersaglio per hacker, truffatori e criminali. Bitcoins Blockchain permette di sapere facilmente quanti Bitcoin sono conservati in borsa. Se questi sistemi cambiano di mano una volta, è impossibile confiscarli.

Eppure questo non significa che non sia stata ancora condotta alcuna ricerca in materia.

Per mitigare gli effetti di tali attacchi, i ricercatori Malte Möser, Ittay Eyal ed Emin Gün Sirer hanno proposto l’idea di “Bitcoin Vault”. Pensano che questa rapina ai Bitcoin renderà molto più difficile.

Sirer ha detto CoinDesk di Bitcoin evolution:

“Se i Bitcoin evolution criminali si rendono conto che non possono farla franca con il loro bottino, potremmo vedere una goccia negli hack di Bitcoin evolution.”.

Nella volta
La funzione principale di questa idea è che dà agli utenti la possibilità di richiamare il loro Bitcoin in caso di un hack.

La funzione è semplice di per sé: un utente crea un nuovo indirizzo per memorizzare Bitcoin, che viene poi chiamato “il caveau”. Questo indirizzo è uguale a qualsiasi altro indirizzo, ad eccezione di una differenza: gli utenti non possono emettere o trasferire immediatamente i loro bitcoin.

Incorporando questa riduzione di velocità, si ha qualcosa come un “secondo tasto”. Il team chiama anche questa funzione “chiave di recupero”. “(“chiave di salvataggio”). In caso di hack, il proprietario del Vault può annullare la transazione e il Bitcoin sarà restituito al proprietario.

Se un utente vuole spendere il suo Bitcoin inizia con un trasferimento. Poi devi prima aspettare un tempo predeterminato – che il creatore del Vault determina – e poi puoi emettere il Bitcoin.

Durante questo tempo di attesa è possibile utilizzare il Recovery Key.

Supponiamo che un hacker ottenga l’accesso al portafoglio e inizi a trasferire Bitcoin. Egli deve aspettare il tempo che è stato impostato prima – che può essere un momento diverso per tutti, tra l’altro. Solo allora può accedere al Bitcoin.

Finché la vittima utilizza la chiave di recupero durante questo periodo di tempo, l’hacker sarà escluso e non avrà accesso a Bitcoin. E ogni volta che l’hacker cerca di riavviare il trasferimento, l’utente può reinstallare la sua chiave di recupero, rendendo impossibile per l’hacker di ottenere il controllo delle risorse.

La possibilità di invertire le transazioni è stata accolta negativamente da alcuni appassionati di tecnologia. Originariamente, Bitcoin è stato creato appositamente per garantire che le transazioni non fossero reversibili.

Il team che sta dietro la proposta della Volta non ha riserve. La vostra soluzione impedisce semplicemente che i Bitcoin vengano emessi mentre sono nel Vault. Questo impedisce a qualcuno di acquistare qualcosa con Bitcoins nel caveau, ricevere il prodotto e invertire la transazione.

Mar

15. dicembre 2018